Uil Fpl: a Varese un buco di organico di quasi 3000 unità.

Nella crisi sanitaria in cui ci troviamo sono emersi le criticità dei servizi sanitari massacrati da tagli incondizionati alla spesa pubblica e, se sotto questo profilo si sta acquisendo la consapevolezza che è necessario invertire la tendenza, con questo ulteriore studio, la UIL FPL Lombardia vuole far emergere quanto sia fondamentale procedere di pari passo con i servizi oggi offerti dagli Enti Locali del nostro territorio.

Di quanto sia importante il ruolo svolto dagli Enti Locali quando si parla di servizi sociali, di servizi demografici e tecnici, di servizi educativi e del pronto intervento della polizia locale, ce ne rendiamo conto solo quando ne abbiamo bisogno per le necessità individuali. Eppure, queste attività sono indispensabili e la realtà è emersa nel corso dei diversi “lockdown” affrontati dal nostro Paese, dove migliaia di lavoratori hanno garantito i servizi essenziali alla nostra Comunità.

Siamo dunque partiti da queste considerazioni e muovendoci dalla rilevazione dei dati, abbiamo immediatamente preso atto che per le Province Lombarde nell’arco temporale 2014-2019 si sono materialmente persi 6.262 (54% del totale a livello nazionale) posti di lavoro (di cui 183 a tempo determinato).

La riduzione delle posizioni lavorative nella nostra Regione rappresenta a livello nazionale il 54 % del totale delle perdite di unità lavorative.

 

Tipologia contrattuale

             

LOMBARDIA

 

2019

2018

2017

2016

2015

2014

Diff.

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

3.196

3.399

3.696

3.774

3.406

3.379

-183

 

Tempo indeterminato

72.353

73.635

75.126

80.967

76.986

78.432

-6.079

 

Totale

75.549

77.034

78.822

84.741

80.392

81.811

-6.262

 

Tipologia contrattuale

     

ITALIA

 

2019

2014

Diff.

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

49.871

52.283

-2.412

 

Tempo indeterminato

538.822

547.995

-9.173

 

Totale

588.693

600.278

-11.585

Le Province Lombarde che maggiormente hanno perso posti di lavoro e conseguenti servizi al territorio sono: Milano con 2.327 (37% del totale) unità (di cui 203 a tempo determinato), Brescia con 755 (12% del totale) unità (di cui 94 a tempo determinato), Mantova con 666 (10% del totale) unità (di cui 1 a tempo determinato).

 

Tipologia contrattuale

             
                 

LOMBARDIA

 

2019

2018

2017

2016

2015

2014

Differenza

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

3.196

3.399

3.696

3.774

3.406

3.379

-183

 

Tempo indeterminato

72.353

73.635

75.126

80.967

76.986

78.432

-6.079

 

Totale

75.549

77.034

78.822

84.741

80.392

81.811

-6.262

                 

MILANO

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

1485

1513

1836

1970

1875

1688

-203

 

Tempo indeterminato

34424

35121

35971

36936

35945

36548

-2124

 

Totale

35909

36634

37807

38906

37820

38236

-2327

                 

BRESCIA

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

431

450

413

393

339

337

94

 

Tempo indeterminato

8452

8618

8764

9019

9132

9301

-849

 

Totale

8883

9068

9177

9412

9471

9638

-755

                 

BERGAMO

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

186

206

172

158

89

134

52

 

Tempo indeterminato

6044

6074

6074

6196

6161

6314

-270

 

Totale

6230

6280

6246

6354

6250

6448

-218

                 

CREMONA

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

155

166

186

220

204

206

-51

 

Tempo indeterminato

3074

3152

3288

3442

3482

3558

-484

 

Totale

3229

3318

3474

3662

3686

3764

-535

PAVIA

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

72

75

80

79

78

88

-16

 

Tempo indeterrminato

3599

3718

3712

3835

4043

4152

-553

Segue…

 

indeterminato

             
 

Totale

3671

3793

3792

3914

4121

4240

-569

LODI

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

50

41

37

35

38

82

-32

 

Tempo indeterminato

1320

1309

1318

1365

1432

1476

-156

 

Totale

1370

1350

1355

1400

1470

1558

-188

MANTOVA

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

147

169

158

141

161

148

-1

 

Tempo indeterminato

2349

2312

2624

2740

2969

3014

-665

 

Totale

2496

2481

2782

2881

3130

3162

-666

SONDRIO

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

130

123

123

111

101

115

15

 

Tempo indeterminato

1611

1607

1604

1649

1735

1768

-157

 

Totale

1741

1730

1727

1760

1836

1883

-142

VARESE

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

279

335

326

292

178

223

56

 

Tempo indeterminato

5516

5697

5754

5835

5777

5920

-404

 

Totale

5795

6032

6080

6127

5955

6143

-348

COMO

Tipologia contrattuale

2019

2018

2017

2016

2015

2014

Differenza

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

201

250

294

297

262

277

-76

 

Tempo indeterminato

3.938

3.963

3.974

4.087

4.138

4.164

-226

 

Totale

4.139

4.213

4.268

4.384

4.400

4.441

-302

LECCO

               

Amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni)

Tempo determinato

60

71

71

78

81

81

-21

 

Tempo indeterminato

2.026

2064

2043

2089

2172

2.219

-193

 

Totale

2086

2135

2114

2167

2253

2300

-214

Da tale considerazione emerge in maniera sostanziale che il rapporto popolazione lombarda operatore degli Enti locali è molto più elevato rispetto alla media nazionale, infatti, emerge che in Lombardia vi sia un dipendente ogni 133 abitanti rispetto alla media nazionale di un dipendente ogni 101 cittadini. Il buco negli organici ammonta a 23.429 unità così distribuite:

PROVINCE

dati 2019

Proiezione rispetto alla media nazionale

Personale mancante

Como

4.139

5.899

1.760

Lecco

2.086

3.306

1.220

BERGAMO

6.230

10.938

4.708

Brescia

8.883

12.392

3.509

Cremona

3.229

3.513

284

Lodi

1.370

2.242

872

Mantova

2.496

4.017

1.521

Milano

35.909

32.231

4.911

Monza e Brianza

 

8.589

 

Pavia

3.671

5.334

1.664

Sondrio

1.741

1.781

41

Varese

5.795

8.734

2.939

Lombardia

75.549

98.976

23.429

Relativamente alle nostre Province la mancanza di personale in base ai dati messi a disposizione dal sito Inps ed elaborati dal nostro ufficio in proiezione della media nazionale fanno emergere che mancano per 23.429 unità di personale.

I servizi territoriali resi dagli Enti Locali sarebbero notevolmente rafforzati e certamente potrebbero essere migliorati in termini di qualità ed efficienza, migliorando i tempi di risposta della pubblica amministrazione. Pensiamo dunque ai Centri per l’Impiego che hanno subito i tagli drastici della mai decollata riforma “Del Rio”, pensiamo alla Polizia locale che potrebbe essere maggiormente incisiva soprattutto in tema di controllo del territorio, pensiamo al ruolo fondamentale reso dagli Educatori dei servizi comunali che sono elemento di certezza per le famiglie che hanno la necessità di gestire i propri figli. Senza tralasciare il potenziamento dei Servizi sociali che nella crisi economica e sociale che stiamo attraversando si trovano sempre più a lavorare con la fascia debole della popolazione che continua ad aumentare.

La nostra Organizzazione inviata dunque a prendere atto della nostra proiezione e si rende disponibile a tutti i confronti necessari per migliorare la qualità dei servizi ai Cittadini del territorio e la qualità del lavoro di tutti coloro che in questi anni sono sobbarcate le scelte di mancati investimenti e valorizzazione professionale.

Il nostro Paese ha bisogno di servizi pubblici e di una pubblica amministrazione al passo con i tempi, per questo siamo convinti che il primo investimento sia il capitale umano, non bisogna nascondere ai Cittadini la realtà delle cose, in sanità abbiamo già visto gli effetti non possiamo più permetterci passi falsi.