NEWS DA 1 A 3 SU 3

15/06/2016 LINK
ADOC PUBBLICATO IL BANDO DI SERVIZIO CIVILE 2016
Il Bando per la selezione dei volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale per il 2016/2017 è stato pubblicato in data 30/05/2016 sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. SCADENZA DELLE DOMANDE ORE 14.00 DEL 30 GIUGNO 2016 L’ADOC sedi Varese Busto A.partecipa quest’anno con il progetto di Servizio Civile Nazionale: “Semplificare il click”. Anche per questo anno possiamo offrire un’importante opportunità di crescita e cittadinanza attiva a tutti i ragazzi, che volessero partecipare, di età compresa fra i 18 e 28 anni, attraverso il nostro progetto
__________________________________________________________________
20/03/2015 LINK
Servizio Civile
Servizio Civile: pubblicato bando per la selezione di 29.972 giovani Bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale per la selezione di volontari da impiegare in progetti di Servizio civile in Italia. (Scadenza 16/04/2015 ore 14.00) Modalità di invio delle domande La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 16 aprile 2015. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. Si precisa che non farà fede il timbro postale. Le domande devono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità: 1. a mezzo “raccomandata A/R”; 2. a mano; 3. con Posta Elettronica Certificata (PEC) di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf. La domanda inviata tramite PEC dovrà indicare come oggetto della mail "Domanda di partecipazione Bando Servizio Civile 2015". Si prega di inviare tutto il materiale allegato in un unico file. (se si possiede un indirizzo PEC) E’ possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di Servizio Civile Nazionale. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti inseriti nei bandi innanzi citati. N.B. Prendere visione del testo del bando. “Allegare bando” Dopo il bando è necessario dare tutte le notizie minime relative al progetto richieste dall’ufficio del servizio civile 1. scheda di sintesi (allegato 1) Indicare la sede di attuazione: es Adoc………. Indirizzo dove si svolge il servizio civile che deve corrispondere a quello del progetto Città via numero civico Numero di volontari richiesti per ogni sede Allegare Domanda di ammissione Indicazione dell’indirizzo dove vanno spedite/consegnate le domande e l’indicazione della PEC per l’invio della domanda
__________________________________________________________________
20/04/2012
IMU: ADOC, ENTRO DICEMBRE ABITAZIONI SVALUTATE DEL 35%, NEL 2013 AUMENTO DELL’8% DELLE INSOLVENZE
L’”effetto Imu”, secondo l’Adoc, potrebbe portare ad una svalutazione del 18% degli immobili per abitazione e del 30% degli immobili per usi commerciali a partire da giugno, mentre a dicembre si prevede una svalutazione, rispetto al 2011, del 35% delle abitazioni e del 40% degli immobili commerciali. “L’Imu avrà un effetto devastante per le famiglie che hanno investito i propri risparmi nella casa, perdendo una fetta importante di risparmio – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc - ma ancora più grave sarà la situazione per tutti coloro che hanno contratto mutui, dato che continueranno a pagare le rate per un valore complessivo dell'immobile fortemente deprezzato rispetto al valore originario. La situazione sarà preoccupante anche per le banche e gli istituti di credito. Il tanto forte quanto prevedibile deprezzamento degli immobili comporterà il rischio, se i mutui non saranno pagati a causa del peggioramento delle condizioni economiche delle famiglie, di trovarsi immobili da vendere ad un prezzo inferiore al capitale che le banche hanno anticipato. Questo potrebbe portare ad una situazione simile a quella che nel 2010 ha portato al crack finanziario negli USA, i cui effetti ancora oggi si ripercuotono gravemente sui bilanci economici. Una delle conseguenze possibili di questa situazione potrebbe essere un aumento dell’8% delle insolvenze nel 2013. Pertanto chiediamo all’Abi di convocare con urgenza un tavolo di confronto al fine di individuare soluzioni idonee di sostegno alle famiglie e alle imprese in difficoltà economica”.
__________________________________________________________________